LA MENTE

Il primo strumento è la propria mente. Ci sono vari esercizi per  potenziare le proprie facoltà, per aprire “la porta socchiusa” che si trova dentro di sé.

Non è poi così difficile lavorare su questo strumento a patto che si abbia costanza e che non si voglia ottenere tutto e subito.
La magia ha i suoi tempi e apprenderne le varie sfumature richiede costanza, interesse profondo, e i tempi variano da persona a persona

PER APRIRE LA MENTE E RENDERLA RECETTIVA E CARICA, PER APRIRE LE PORTE ALLA CHIAROVEGGENZA E ALLA SENSITIVITA’ SOTTO TUTTE LE SUE SFUMATURE.

La meditazione fa bene alla mente, al corpo e allo spirito. Combatte lo stress, rilassa, allenta la tensione muscolare e da la possibilità di rigenerarsi. Praticata correttamente e regolarmente socchiude le porte del proprio mondo spirituale.

Il meraviglioso strumento della meditazione rende più sensibili a ascoltare le voci che sussurrano nel silenzio, a percepire la forza che risiede in sé e attorno per usarla poi durante la divinazione e gli incantesimi.
Tutto sembrerà più semplice se si avrà aperto questo varco oscuro oltre il quale il tempo e lo spazio non avranno più alcun limite e  sembreranno più chiari i messaggi e le visioni che giungono sia dal mondo sottile, sia dai tarocchi o da altri strumenti divinatori.

Seduti in un luogo comodo o sdraiati. Ritagliatevi dei momenti nella giornata per chiudere gli occhi e rilasciare le membra.
Ora siete pronti per gli esercizi di meditazione e visualizzazione.
Molte streghe raggiungono uno stadio di consapevolezza tale che permettere loro di eseguire gli incantesimi anche solo con il pensiero, recitando le parole e facendo i gesti utili solo con l’ausilio della potenza della loro mente.
Certo non si può pensare di essere subito capaci di raggiungere tale stadio, ma con il tempo, la pratica e la costanza, si potrà diventare quello che si vuole, ci si potrà avvicinare a qualcosa a cui ancora non si pensa di fare e/o di possedere.

Concentratevi sulla parola “io”, mentalmente fate risuonare questa parola e ascoltate il vostro respiroliberando la mente da tutto il resto. Lasciate che il tempo trascorra e si frantumi.

Se volete migliorare la vostra concentrazione e/o abbandonare delle cattive abitudini, essere di maggiore aiuto al prossimo e/o riuscire in una determinata situazione, non dovete fare altro che concentrarvi su quell’unica idea e caricarne l’aria che vi circonda.
Visualizzate quel pensiero come una nube attorno a voi e assorbitela con l’aria che respirate.

E’ importante ai fini delle pratiche magiche: la visualizzazione. E da questa il cosiddetto: pensiero-forma.

E’ utile saper visualizzare un luogo, un ambiente, un fiume, il mare, un bosco e/o gli oggetti, i profumi, le sensazioni olfattive e uditive, così come quelle tattili e gustative.
Provate a sentire il contatto con gli oggetti o gli alberi che vi circondano, il terreno, l’umidità, i profumi. Ricreate con la mente anche il vostro luogo di lavoro, le stanze familiari dove vivete o anche il bar abituale. Visualizzate gli animali che vi sono familiari e le persone della vostra famiglia, i vostri amici, i parenti, sia quelli vivi sia i defunti.
Osservate bene i loro vestiti, i gesti e l’ambiente in cui si trovano, gli odori che percepite e, se si tratta di persone defunte, gli odori e i gesti che risalgono dalla vostra memoria, oltre agli eventuali messaggi che potreste percepire in questo stato meditativo.

TUTTO QUESTO VI SARA’ UTILE IN FUTURO QUANDO USERETE LA VOSTRA MENTE E LA VOSTRA CONCENTRAZIONE PER SCOPI BEN PRECISI.

~ di hishtar su gennaio 22, 2010.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: